Terre e rocce da scavo – nuovo decreto da ottobre

Pubblicato sulla G.U. n. 221 del 21/09/2012 il D.M. 10/08/2012, n. 161, recante l’atteso Regolamento di disciplina dell’utilizzo delle terre e rocce da scavo.
Il decreto viene emanato in attuazione dell’art. 49 del D.L. 1/2012.
Ai sensi del D.L. 2/2012, in via transitoria, fino all’entrata in vigore del nuovo decreto (06/10/2012), le matrici materiali di riporto, eventualmente presenti nei terreni e nei suoli gestibili al di fuori della disciplina sui rifiuti, possono essere considerate sottoprodotti.
Ai sensi del nuovo D.M. 161/2012, i materiali di scavo sono il suolo o sottosuolo, con eventuali presenze di riporto, derivanti dalla realizzazione di un’opera, come gli scavi in genere, la perforazione, la trivellazione, la palificazione, ecc. 
I materiali da scavo potranno dunque contenere, sempreché la composizione media dell’intera massa non presenti concentrazioni di inquinanti superiori ai limiti massimi previsti dal regolamento stesso, anche il calcestruzzo, la bentonite ed altri materiali cementizi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.